Il contesto

All'interno dell'azienda Anubias, situata a Villanova di Castenaso (BO), si coltiva con la tecnica idroponica fuorisuolo la varietà di Cannabis indica a basso contenuto di THC. Questa varietà, si presenta di vigoria estremamente ridotta rispetto alla controparte Cannabis sativa, da cui si discosta anche per l'indirizzo produttivo, destinato all'estrazione dei fiori femminili, anziché alla raccolta di materiale vegetale a uso tessile.

Le piante sono più compatte e fitte peculiarità di molte piante officinali: questa caratteristica stimola la pianta a concentrare maggiori energie nella sintesi di composti secondari, utili alla produzione di materiale vegetale destinato alla commercializzazione. Le lampade C-LED racchiudono una specifica tecnologia, in termini di distribuzione ed intensità della luce nonché di spettro luminoso, tale per cui quantità e qualità del raccolto vengono esaltati.

Alessandro Pasini, Managing Director di C-LED, ci spiega come 'grazie ad un team sempre più competente e forte di esperienze di alto livello, tra cui ad esempio la prima serra italiana tecnologica per la produzione di pomodoro, oggi C-LED si proponga come azienda di project solutions, affermandosi anche nel contesto della coltivazione di Cannabis con luci artificiali aumentate'.

Lampade C-LED per la corretta distribuzione della luce

Tra le numerose innovazioni introdotte nelle lampade C-LED c'è lo studio della distribuzione della luce, inclinata rispetto all'asse orizzontale nel caso dell'utilizzo di lampade Interlight. Questa caratteristica innovativa ha permesso di realizzare un prodotto unico e non paragonabile alle comuni lampade a flusso verticale, nel momento in cui occorre un'intensa produzione fogliare. Difatti, il flusso a 30° delle lampade Interlight di C-LED, e la loro disposizione a interfila continua, permette una maggiore penetrazione all'interno della struttura delle piante, anche laddove risultassero molto fitte e caratterizzate da alta competizione luminosa intra-fogliare, come è appunto il caso della Cannabis.

I sistemi tradizionali che utilizzano esclusivamente lampade poste a lato rispetto alla cima delle piante, che siano esse a LED o HPS (vapori di sodio ad elevato consumo energetico), coprono i primi strati di foglie ma precludono l'illuminazione delle zone basali e centrali della canopy, dove si concentra la maggior parte della massa vegetale: ne consegue una minor efficienza del sistema luce-pianta.

Il progetto di C-LED per le serre di OK Weed

C-LED propone una copertura luminosa e omogenea anche della parte apicale della pianta mediante lampade Toplight, che illuminano dall'alto . Questa seconda tecnologia di lampada, come afferma Mattia Accorsi, ricercatore universitario e project manager C-LED, 'con una ricetta di luce studiata appositamente per essere complementare alle nostre lampade Interlight, permette di tenere compatto l'habitus vegetativo della pianta e controllare perfettamente le fasi vegetative e di fioritura della Canapa'.

'Le serre di OK Weed – racconta Silvia Castaldini, CEO di OK Weed, linea prodotta dall'azienda Anubias – sono totalmente illuminate da impianti con tecnologia a led C-LED, di altissima qualità, prodotti in Italia ed appositamente studiati per la coltura di Canapa sativa.

La serra autoproduce 200 Kw di energia elettrica utilizzata per i sistemi di riscaldamento, fertilizzazione e CO2 grazie ad un impianto fotovoltaico. Le piante in serra vengono coltivate in modo 100% naturale, raccolte e trattate a mano durante tutto il ciclo agronomico, garantendo così infiorescenze prive di metalli pesanti, pesticidi chimici e altre sostanze dannose presenti nelle più comuni colture in campo aperto.

Ci sono voluti diversi mesi di paziente selezione fenotipica e di perfezionamento varietale per ottenere un prodotto privo di semi, di esclusive infiorescenze femminili con un elevato bouquet terpenico, con un CBD sempre superiore al 6% e un THC sempre inferiore ai limiti imposti dalla legge in vigore in materia.'

C-LED, tramite la continua innovazione e studio del prodotto con i propri clienti, offre un prodotto che garantisce la migliore quantità e qualità di luce per l'intera pianta, come nel caso della Canapa coltivata da Anubias, illuminata in maniera differente a seconda della zona della pianta. In questo modo, è possibile arrivare a risparmiare energia e distribuire la luce nel modo più omogeneo e performante possibile. Tecnologie all'avanguardia, adatte all'esigenze del coltivatore: un grande passo avanti anche per l'Italia, in questo settore.

Per scaricare il pdf iscriviti alla nostra newsletter e assicurati di aver accettato i cookie del sito.


Lampade C-Led per la Floricoltura Nozza Luciano
Agroservice