Il Contesto

Agroservice Spa è un'azienda marchigiana fondata nel 1969 che si occupa prevalentemente di moltiplicazione sementi e ricerca di colture erbacee, foraggere e leguminose.
L'attività di ricerca è particolarmente attiva sulle graminacee tra cui il frumento, e si concentra principalmente sul miglioramento genetico, volto a ottenere e brevettare cultivar nuove da distribuire in Italia e all'estero mediante il marchio Isea. L'interazione tra ISEA e Agroservice consente di trasferire agli agricoltori i progressi del miglioramento genetico, attraverso la costituzione di nuove varietà, core business di ISEA, e la Moltiplicazione del Seme, attività di Agroservice.
Il miglioramento genetico del frumento, è una tecnica di selezione delle cultivar operata dall'uomo fin da tempi remoti. Un processo di selezione che avviene tipicamente in campo, seguendo la naturale stagionalità per diversi anni, tempo nel quale le piante vengono testate in base a diversi parametri più o meno apprezzati dall'agricoltore come: produttività, indice di glutine, resistenza a stress da siccità o da freddo, resistenza o tolleranza dai patogeni più comuni quali fusarium o oidio, oppure migliore adattamento della taglia della pianta per una migliore meccanizzazione.

Le tappe principali del miglioramento genetico sono essenzialmente tre:
scelta dei genotipi iniziali, ovvero delle piante da incrociare in base a differenti caratteristiche fenotipiche, qualitative e genetiche;
impollinazione incrociata tra due (o più) genotipi differenti;
cicli di autofecondazione e selezione delle piante con le caratteristiche agronomiche migliori.

Una camera sterile e una luce 'inedita' per ottenere ibridi perfetti.

Il fitotrone è una cella climatica o camera di crescita che può misurare da pochi metri fino a decine di metri quadri, in cui le piante vengono mantenute in condizioni di temperatura, umidità e illuminazione specifiche, così da ottenere nuove varietà di sementi in modo più rapido e controllato. L'apporto di C-LED al miglioramento delle condizioni di coltivazione pre-esistenti in fitotrone si è tradotto nella creazione di un nuovo spettro luminoso, formato dal giusto rapporto cromatico delle lunghezza d'onda blu e rosse dei fotoni, ideale per il frumento coltivato in condizioni indoor, ovvero assenza di luce naturale. I test, condotti in partnership fra i tecnici e i ricercatori di C-LED e quelli di Agroservice-Isea, sono stati deputati al valutare le caratteristiche delle singole piante riposte sotto luce al LED. I parametri monitorati sono stati di tipo vegetativo e riproduttivo, al fine di valutare la buona riuscita degli incroci e la qualità, nonché la produttività, della semente ottenuta, il materiale base da cui dipenderà il buon esito della ricerca delle nuove cultivar commerciali.

Un nuovo fitotrone di notevoli dimensioni.

La prima fase di sperimentazione sta ottenendo feedback eccezionali: le piante di frumento, rispetto al controllo, hanno dimostrato caratteristiche positive quali un fusto più vigoroso, una più intensa colorazione e una maggiore formazione di spighe. Questi parametri hanno di conseguenza permesso di ottenere un maggior numero di spighe sane, oltre che un maggior quantitativo di semente. Gran parte del successo è dovuto al continuo interscambio di informazioni fra le due aziende che ha permesso di tarare in modo sempre più preciso lo spettro luminoso delle lampade a Led, e, sulla base di questa intesa, Agroservice ha deciso di investire nuove risorse ed energie su C-LED. A fine 2018, al termine di un'annata estremamente positiva, Agroservice, in collaborazione con tecnici specializzati tra cui C-LED, ha iniziato la costruzione di tre nuovi fitotroni di oltre 100 metri quadrati,che darà modo di incrementare in modo sensibile la sperimentazione e la produzione di nuove varietà.

Per scaricare il pdf iscriviti alla nostra newsletter


Serra Anubias
Biolchim Spa